6 km di costa con un'ampia spiaggia di finissima sabbia dorata.

 

E’ un piccolo borgo di circa 80 abitanti, si sviluppa al centro di un  baglio pieno di ristoranti, pizzerie, forni, bar e pub.
Il primo insediamento risale all'età ellenistica, poi fu sotto dominazione romana, islamica e normanna.
L'attuale borgata è divisa in due parti: un baglio d'epoca normanna, e una piazzetta con la Chiesa Santa Maria delle Grazie, del novecento.
Cosa vedere: il paesino, la tonnara, i faraglioni
Cosa Mangiare: il “pane cunzato” è un pane cotto con forno a legno e condito con ingredienti poveri ma genuini come l’olio di oliva, il pomodoro, formaggio, acciughe…di una bontà unica!

 

Prima Riserva Naturale istituita in Siiclia (6 Maggio 1982), si estende per quasi 7 Km. Ci sono 2 possibili entrate: dal lato sud - da Scopello , e dal lato nord- da San Vito Lo Capo.  Ci sono 800 tipi di piante di grande interesse naturalistico e paesaggistico.

E’ possibile accedervi solo a piedi. La riserva dello Zingaro è famosa per il suo mare blue e limpido, le silenziosissime baie, e per i suoi fondali pieni di diversi tipi di pesci.
Tutti posso andare in quanto ci sono 3 tipi di percorsi: uno sulla costa, il meno difficile, il secondo un pò più interno e abbastanza difficile, e il terzo per gli sportive ed è anche il più lungo.

 


E’ un comune di circa 4.000 abitanti, con una spiaggia meravigliosa che nel 2011 è stata eletta la migliore spiaggia italiana e l’ottava in Europa.
Cosa Mangiare: il “caldo freddo” (un dolce tipico) e il “CousCous”
Gli eventi più importanti organizzati sono:

- In maggio, dopo un tour di tutta la Sicilia, si conclude il Festival internazionale degli aquiloni con una tappa finale a San Vito Lo Capo. Questo evento attrae tantissimi appassionati da tutto il mondo.

- Luglio- Settembre : La rassegna  dei Libri: viene organizzata ogni anno a cura di Giacomo Pilati. Una serie di incontri con l'autore nella via Venza, il salotto all'aperto del paese. Scrittori italiani presentano la loro ultima opera letteraria alla presenza del pubblico.

- Ovviamente il celebre CousCousFest, (solitamente organizzato alla fine di Settembre) che è una  rassegna internazionale di cultura ed enogastronomia del Mediterraneo. Una gara gastronomica internazionale di cuscus che impegna chef provenienti da 8 paesi: Costa d'Avorio, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia, che si affrontano proponendo il cuscus cucinato secondo la propria tradizione gastronomica.

- Nel mese di ottobre vi è il San Vito Climbing Festival, un festival internazionale per arrampicatori, i quali potranno fare climbing sulle montagne del territorio.

 

Una piccolo isola nel mezzo di una laguna, Mozia è un’antica comunità fenicia, fndata nel VIII seconolo a.C.. Per visitare l’isola, il collegamento con la terraferma è assicurato dai pescatori. Si giunge in prossimità dell'isola accolti da una profusione di profumi e di colori: la vegetazione, di tipo mediterraneo, è rigogliosissima soprattutto in primavera, e già in sè costituisce un valido motivo alla visita. Al centro sorge la bella abitazione ottocentesca dei Whitaker che ospita il museo.